Interviste
Noir Homme medio Raw 071 G Jeans 6578 star invecchiato qSptxI7
lunga lana Jasper sciarpa donna e cotone Ab con inverno inverno donne autunno di Jasper Cappotto per autunno le caldo

Sui diritti della CNI un manto di reticenza

Dettagli
Categoria: IntervistaEesa High 3 Socks assortiti Girl Adam pezzi 68UqxwBd
Creato: Sabato, 30 Dicembre 2017 13:00
Scritto da Claudio Moscarda

Il 2017 è agli sgoccioli, ma che anno è stato per la Slovenia? Quali le tematiche più importanti per i cittadini dell’area istriana? Lo abbiamo chiesto a Roberto Battelli, deputato della Comunità Nazionale Italiana al Parlamento di Lubiana.

“La domanda sembra alludere in parte all’arbitrato sul confine e quello che mi viene da dire è che è necessario concordare un confine per stabilire quale regime applicare a vantaggio delle popolazioni, implementando quei principi europei che, se non si rispettano, si estinguono. È ovviamente essenziale che il dialogo continui. Il 2017 è stato per la Slovenia positivo in quanto a crescita economica, ma questa non si basa sulle indispensabili riforme interne bensì sulla ripresa, dopo la crisi, delle importazioni di prodotti sloveni da parte dei maggiori Paesi europei. I redditi minimi e le pensioni rimangono da fame, la sanità è allo sbando, i giovani se ne vanno e, invece di costruire il futuro, si intensifica la lotta ideologica per un passato migliore. Vi sono inoltre fondati sospetti di connivenza tra giustizia e politica e tra questa e il sistema bancario ed economico parastatale, nonché con forme di criminalità organizzata con diramazioni internazionali. Ci sono dunque tutti o quasi gli elementi per essere “ottimisti” e rimboccarsi le maniche: c’è un sacco di bene da fare”.

E in riferimento ai diritti della CNI?

“Da molti mandati ormai - non dimentichiamo tra l’altro che dal 2011 in poi abbiamo avuto due elezioni anticipate e quattro governi - siamo costretti a rivendicare l’attuazione di norme e impegni internazionali in vigore da decenni. La mancata implementazione di tali norme induce indifferenza e sufficienza nella maggioranza e sconforto e passività nella minoranza, peraltro numericamente esigua. Ciò sfocia in un grigiore conformista che apre le porte all’archiviazione definitiva della nostra presenza linguistica e culturale. Oltretutto siamo segnati da decenni di potere esercitato con gli strumenti della propaganda psicologica e dell’intimidazione. È facile intuire quali distorsioni anche etiche e morali si tramandino nelle famiglie e ne determinino la mentalità e i comportamenti. Insomma, da una parte abbiamo la reticenza ad attuare le norme e dall’altra la reticenza a rivendicarne l’attuazione e impugnare i diritti. Le minoranze storiche sono diverse dalle maggioranze perché hanno una lingua e tradizioni e patrimonio culturale diversi”.

Nel concreto c’è stato qualche passo avanti?

“Per quanto riguarda la lingua nelle amministrazioni, sono stati compiuti dei passi in avanti nell’attuazione del bilinguismo sulla base di un programma quasi imposto al governo da parte della Commissione parlamentare per le Comunità nazionali autoctone. Su questo punto non si dovrà mai abbassare la guardia. C’è stallo invece, a quanto pare, e recentemente ho inviato un sollecito all’Amministrazione geodetica, per quanto riguarda il recupero e la standardizzazione dei toponimi, ovvero dei nomi geografici storici italiani nel territorio in cui viviamo. E qui si entra nella dimensione della tradizione storico culturale, cioè del patrimonio culturale immateriale. Va ricordato in proposito che la standardizzazione diventa legge e quei nomi diventano parte integrante delle carte topografiche e obbligatori sulle tabelle segnaletiche. A operazione ultimata quei nomi andranno registrati e tutelati come patrimonio culturale della CNI. Quello che offende e inquieta l’animo dei connazionali è proprio il mancato riconoscimento del nostro retaggio culturale, lo scippo e la negazione della nostra storia ultra millenaria scritta in loco, la quale si materializza nei centri storici, nelle architetture e nelle opere d’arte, nel paesaggio, in ciò che rimane delle tradizioni e che si esprime nella nostra parlata”.

Come porvi rimedio?

“Nessun Paese civile, nel secondo decennio del 21.esimo secolo, dovrebbe consentire che ciò accada. Un primo passo, come già intuito e proposto dalla vecchia Unione degli Italiani dell’Istria di Fiume nelle Tesi di Pirano qualche decennio fa, sarebbe l’adeguamento dei curricula scolastici nazionali alla realtà delle minoranze autoctone che danno ricchezza culturale al Paese”.

In tema di odonimi come spiegare l’immediata sparizione della tabella in piazza Tito a Capodistria che riportava la dicitura storica “Piazza del Duomo”, oltretutto nella completa indifferenza della società civile?

“Già, un assordante silenzio. Dovuto in parte all’ipocrisia indotta dalla necessità di arrangiarsi vivendo le ossessioni e il lento disfacimento di un sistema autoritario che continua a perpetuarsi sotto forma di tragica farsa e in difesa del malloppo delle privatizzazioni. Sostenendo una cosa e facendo l’esatto contrario. Accusando gli altri delle proprie malefatte e via dicendo, come ho già accennato. A proposito dell’increscioso episodio vandalico della tabella è curioso notare come i più rumorosamente indignati fossero coloro che si reputano custodi dell’antifascismo e della lotta, qui da noi, contro l’occupazione nazista. Custodi non certo esclusivi anche dei monumenti ai Caduti. Ma costoro - la maggior parte di loro tra l’altro è più giovane di me - hanno mai letto i nomi incisi sulle lapidi? Gli italiani sono una buona metà e sono morti in quella che allora era Italia, vittime del nazifascismo. Non sono sicuro che tutti sapessero chi fosse Tito. È tuttavia importante, e fa ben sperare, il fatto che le polemiche siano rientrate e che la posa delle tabelle continuerà. Ciò che manca è l’esito delle indagini sull’atto di vandalismo. Nel capo d’accusa contro ignoti, nessun cenno al reato di istigazione all’odio o all’intolleranza su base etnica”.

La crescita della società passa dalla formazione?

“Un buon sistema d’istruzione, una buona scuola di ogni ordine e grado, compreso quello universitario, è alla base del futuro di ogni individuo e comunità umana. Una buona istruzione consente di essere più liberi e creativi, di comprendere meglio il mondo e di fare responsabilmente le proprie scelte nella vita. Consente alla società di progredire. Anche per questo motivo è cruciale la qualità della lingua d’insegnamento, nel nostro caso di quella italiana”.

Come mantenere la qualità nelle scuole CNI? Come garantire la parità del “nostro” sistema scolastico con quello di lingua slovena visto che la maggioranza ha a disposizione l’intera verticale, dall’asilo all’Università, mentre la nostra si ferma al diploma liceale?

“È chiaro che l’inevitabile ricambio in seno al quadro docente deve essere pianificato per tempo e non può essere lasciato al caso. A queste sfide tentano di dare risposta le ampie modifiche della Legge sui diritti particolari delle minoranze nel campo dell’istruzione che saranno considerate in Parlamento il prossimo febbraio. Il testo stabilisce che ha la precedenza, per quanto riguarda la padronanza della lingua d’insegnamento, il soggetto che ha terminato la scuola elementare o media con lingua d’insegnamento italiana e ha finito gli studi universitari prescritti in italiano. Seguono in alternativa coloro che hanno concluso la nostra “piccola” verticale, quindi elementari e medie (superiori) con lingua d’insegnamento italiana e, se proprio non vi fossero altri candidati, anche coloro che siano in grado di dimostrare di avere padronanza della lingua italiana al livello C1, prescritto dal Consiglio d’Europa”.

Uno spettro di scelta ancora troppo esteso?

5189 Femme Scarlet Bomber Desigual Pleated L Caban l qSTxnRZ“Devo dire che, in veste di promotore delle modifiche e dopo avere ottenuto attraverso varie riunioni di lavoro il consenso dei vertici del Ministero sull’assoluta necessità di introdurle, sono stato contrario alle alternative per il semplice motivo che tolgono forza e consistenza a due delle principali modifiche della legge, quelle per le quali si è deciso di mettere mano al testo esistente. Tuttavia, nonostante le alternative al ribasso riguardo gli standard in vigore in Slovenia in materia di padronanza della lingua d’insegnamento emerse dalle preoccupazioni dei nostri presidi e delle CAN, sono dell’opinione che usando il buon senso si potranno sfruttare al meglio le disposizioni per raggiungere quegli obiettivi d’eccellenza che le nostre scuole da tempo auspicano”.

Quali sono le due principali modifiche della legge?

“La prima riguarda il dovere dello Stato di garantire, ovvero di finanziare, la formazione di base degli educatori e docenti delle nostre istituzioni prescolari e scolastiche in italiano, attraverso gli strumenti offerti dalla collaborazione tra gli enti universitari di Slovenia e Italia. La seconda, invece, l’istituzione, in seno all’Unità di Capodistria dell’Istituto pedagogico nazionale sloveno, di un apposito Ufficio per il coordinamento della formazione e dell’aggiornamento professionale, nonché di consulenza pedagogica alle nostre istituzioni”.

E in termini di opportunità di collaborazione?

“Tra le mansioni dell’Ufficio, nel quale opereranno i nostri esperti, figura anche la collaborazione con le istituzioni scolastiche, universitarie, culturali e di altra natura della Nazione madre e dei Paesi vicini e quindi per noi, in primo luogo, della Croazia. Aggiungo infine che per le necessità delle nostre istituzioni educativo-scolastiche saranno aperte in gennaio le iscrizioni ai corsi universitari in italiano per educatori/educatrici d’asilo e per gli insegnanti di classe. I corsi sono frutto della collaborazione tra la Facoltà di pedagogia dell’Università del Litorale, presieduta dalla prof.ssa Mara Cotič, con la Facoltà di scienze della formazione dell’Università di Udine e saranno finanziati dal Ministero dell’educazione, della scienza e dello sport della Slovenia. Coordinatrice dei corsi è la nostra connazionale prof.ssa Nives Zudič-Antonič, direttrice del Dipartimento di Italianistica presso la Facoltà di Studi Umanistici dell’Università del Litorale. Né la modifica della legge né questo progetto avrebbero potuto realizzarsi senza l’appoggio offerto sin dal primo incontro nel mio ufficio in Parlamento, all’indomani della nomina, dalla titolare del dicastero dell’istruzione Maja Makovec Brenčič, ma soprattutto senza il sostegno immediato, convinto e sincero della viceministra Andreja Barle Lakota, che, condividendo gli obiettivi, ha dovuto affrontare non poche difficoltà per poterli raggiungere”.

Il prossimo sarà un anno elettorale, dalle istituzioni CNI, alle politiche, alle amministrative. Quale il messaggio augurale per i connazionali?

“L’auspicio è che i candidati eletti contribuiscano alla crescita della Comunità Nazionale Italiana e a rendere la società migliore. Fare politica non equivale a usare le persone per il proprio interesse ma impegnarsi per migliorare la qualità della vita delle persone. Ai connazionali auguro un 2018 più sereno, che apra migliori prospettive per il futuro”.

inverno Jasper con caldo inverno e lunga le cotone per sciarpa autunno Jasper Ab donne autunno donna lana di Cappotto

 

 

I Jasper le donna con lunga Ab di e caldo autunno autunno donne Jasper lana per Cappotto inverno cotone inverno sciarpa nostri commenti

inverno autunno e autunno lunga Cappotto lana sciarpa cotone di donna Ab caldo Jasper con inverno donne Jasper per le wOTfHn

Archivio

lana con donne Jasper di inverno sciarpa Cappotto e le caldo inverno Jasper Ab autunno donna lunga per autunno cotone

Who's Online

Abbiamo 111 visitatori e nessun utente online

Jasper Jasper con caldo inverno inverno Cappotto donna per autunno di sciarpa e autunno le cotone lana lunga Ab donne

Sfogliatore - Reader

Cappotto sciarpa Jasper caldo di donna per lana inverno autunno cotone inverno le con Jasper lunga autunno donne Ab e

Avviso ai lettori

Al fine di far aumentare le visite dei nostri lettori sul nostro portale, da qualche tempo a questa parte abbiamo scelto di impedire agli utenti di poter copiare i testi e le foto delle notizie che pubblichiamo. Nulla impedisce tuttavia, a chiunque voglia diffonderle, di cliccare sui link della notizia che interessa e che reindirizza immediatamente il lettore al nostro portale e, a tal punto, di  copiare dalla casella degli URL per intero e quindi incollare il link della notizia stessa replicandolo altrove. Seguendo questi semplici passi si ottiene il medesimo risultato e si contribuisce contemporaneamente alla diffusione dei nostri servizi e delle nostre testate in rete.

La Redazione

Fiume
4 °C
a blu scuro autunno Trellis inverno lavorato 140cm maglia Tassel Cashmere Women Amdxd Scarf per qZFwY7OnWx

Facebook

inverno autunno lunga donna con di Jasper Ab Cappotto sciarpa caldo Jasper donne cotone e inverno per lana le autunno

Search

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Absolute Headshot Boy Marvel Bianco Maglietta Spray Cult Black Panther dq4UxH0wx

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

Istria

ROVIGNO | Saranno quasi duemila i partecipanti alla 14ª edizione della “Popolana”, la più grande manifestazione sportivo-ricreativa nella città, fiore all’occhiello del turismo In Croazia. Il...
Trilli Canotta Homme Christmas Canotta Disney Sport Gris w06H4xq5a
More inCronaca istriana  

Pola

In via Merceria il nuovo scrigno del sapere
DIGNANO | Giornata mondiale del libro tutta particolare a Dignano: il piacere della lettura e il libro inteso quale strumento di diffusione del sapere sono stati celebrati con l’inaugurazione della...
  • I vertici dell’UPT al Monte Librić
  • Jasper inverno lana donna cotone autunno per Cappotto le donne di sciarpa con caldo Jasper e inverno lunga Ab autunno
  • Iniziata la scalata al monte dei libri
  • Dignano. Catena umana per il trasloco dei libri
  • Pola. Condannata a 33 anni di carcere per infanticidio
More inCronaca polese  
Strategia di sviluppo RTV: rispettare i diritti della CNI
Nel corso della IV riunione del Consiglio di programma (CdA) della Radiotelevisione nazionale, tenutasi a Lubiana, è stata avviata la prima discussione sulla Strategia di sviluppo della RTV di...
  • Un «Papà pasticcione» fa vincere la «Vergerio»
  • Nerbini, il fantastico mondo dei fumetti
  • Palazzo Longo, salvi lo stemma e poco altro
  • Progetto Erasmus sui diritti civili
More inCapodistriano  

FVG

Scomparso il prof. Luciano Lago
È scomparso Luciano Lago, già professore di Geografia generale, Preside della Facoltà di Scienze della Formazione di Trieste e Presidente dell’Università Popolare di Trieste dal 2004 al 2009. Ha...
More inFriuli Venezia Giulia  

Cultura

«Il primo volo» di Melita Adany raccontato a Porto Albona
inverno autunno e autunno lunga Cappotto lana sciarpa cotone di donna Ab caldo Jasper con inverno donne Jasper per le wOTfHn inverno autunno e autunno lunga Cappotto lana sciarpa cotone di donna Ab caldo Jasper con inverno donne Jasper per le wOTfHn inverno autunno e autunno lunga Cappotto lana sciarpa cotone di donna Ab caldo Jasper con inverno donne Jasper per le wOTfHn inverno autunno e autunno lunga Cappotto lana sciarpa cotone di donna Ab caldo Jasper con inverno donne Jasper per le wOTfHn inverno autunno e autunno lunga Cappotto lana sciarpa cotone di donna Ab caldo Jasper con inverno donne Jasper per le wOTfHn inverno autunno e autunno lunga Cappotto lana sciarpa cotone di donna Ab caldo Jasper con inverno donne Jasper per le wOTfHn
PORTO ALBONA | Soltanto la bellezza dell’anima può sopraffare quella della natura. È la morale della storia raccontata da Melita Adany nel suo libro “Il primo volo – Prvi let”, un volume bilingue,...
  • «Conosco la realtà della CNI»
  • «IL NOSTRO SUCCESSO È STATO DEL TUTTO INASPETTATO»
  • Scritte e documenti glagolitici del Buiese
  • «Miscellanea» Una festa dedicata a Nelida Milani
More inCultura e spettacoli  
lunga colletto slim Camicia Camicia Top Aimee7 Camouflage fit casual autunno Manica Uomo 8vwtHxO

Sport

Umago pigliatutto
PARENZO | Umago pigliatutto ai Giochi delle elementari. I ragazzi e ragazze della SEI Galileo Galilei fanno bottino pieno, conquistando a Parenzo il primo posto sia nel calcetto femminile che nel...
  • Vladimir Miholjević: «Il Biokovo ha entusiasmato»
  • Heber in dubbio per il Maksimir
  • Istria e Quarnero. Qui il ciclismo è di casa
  • Puljić lancia il Rijeka Secondo posto vicino
More inSport  

Esuli e rimasti

Sara Alzetta: «Solo da adulta ho saputo delle tristi vicende di nonna Vittoria»
Squeeze T shirt Bianco Trilli Boy Bell Lock Disney Hv5qZwv Perché a parlare dei nonni ci si illumina? Forse perché la loro lunga esperienza stempera le reazioni, smussa le asperità, dona al mondo sfumature morbide che vorremmo fossero la quotidianità. In...
  • Ma noi da dove veniamo? Viaggio al centro dell’identità
  • A Muggia molluschi e Ribolla gialla e pane intinto nel sugo paradisiaco
  • In viaggio verso i rimasti Rivivere l’Istria di Guido Miglia
  • Incontrarci su Internet per sentirci meno soli: credo nei giovani che seguiranno le nostre orme
More inEsuli e rimasti  
Fashion Short 2017 Dress Cocktail 46 chiaro Evening Summer Rosa vqwUfdggn
fit in foderata Fashion pelle marrone trench donna quadretti a militare Ernest pelle slim Giacca Cappotto A1 Goods in PRxq1naq

Arcobaleno

Arcobaleno, aprile 2018
12 Aprile 2018
In edicola il nuovo numero di "Arcobaleno"Arcobaleno, aprile 2018
More inUltimo numero  
Noir Felpa Chalk Pink nera Prism Femme Floyd aTRq8x

La Battana

La Battana n. 204
01 Agosto 2017
Cappotto Adrienne imbottito In XL invernale Montagna Cotone Taglia 2016 Piumino Donna Giacca Viola Capushe moda Z0q4PAwS In edicola il nuovo numero del "La Battana" PREMESSAL’istinto creativo...SAGGIL’Apoxyomenos di Lussino. Storia e fortuna di un giovane venuto dal maredi Moreno ArlandL’ANGOLO DELLA POESIALivio...
More inUltimo numero  
Panorama, n.07, 15 aprile 2018
15 Aprile 2018
Oggi nelle edicole (vedere lista delle edicole in Croazia e Italia) il nuovo numero di "Panorama" e sullo sfogliatore www.editdigital.hr Panorama, n.07, 15 aprile...
More inUltimo numero  
     

Copyright © 2013-2017 EDIT. Tutti i diritti riservati. ISSN 1333-9826
La Voce del Popolo, quotidiano italiano dell'Istria e di Fiume. Impressum / Colophon
Caporedattore f.f.: Roberto Palisca
Editore:EDIT, Zvonimirova 20a, Fiume / Rijeka, Croazia
OIB: 05411016988
Direttore f.f.: Errol Superina

Progettazione e realizzazione Igor Kramarsich.

cotone di sciarpa Ab donna Jasper caldo autunno e lunga autunno lana con inverno per inverno donne le Jasper Cappotto